libri & dischi

Franti è il nome di un personaggio del libro Cuore: quello che rompe i vetri, fa uscire matto il maestro, ride quando il re d’italia muore. Franti è fuori dalla scuola, ma non è morto e si muove nell’ombra. Se la musica di Franti è un giardino immaginario, questo libro è la biografia immaginale di una band inclassificabile, sospinta dalle voci di poeti, esploratori, musicisti, delinquenti, centravanti, iconoclasti, anarchici, invisibili, perché Franti era lì e chiede di essere testimoniato. Oltre che una band, uno spirito eponimo della Torino anni ’80, che ha attraversato club, scantinati e cortei, che resiste nei decenni per quanto fosse di giorno in giorno sempre più intangibile, quasi volesse scomparire dietro questa raffica di insegne luminose e slogan ipertrofici, per esser così ritrovato oggi e decifrato come un corpo creduto perso, esplodendo di nuovo tutto il suo potenziale rivelatore di pratiche, esperienze e umori che hanno sempre rifiutato di pensare alla musica come a un bene di consumo e l’hanno sempre vissuta come qualcosa di sonoramente libero. Con DVD in omaggio curato da Claudio Paletto, che raccoglie tracce audio inedite e filmati prevalentemente di West Front Video (sigla per autoproduzioni video creata negli ’80 da Claudio Paletto & Mimmo Calopresti), concerti di Franti e varie formazioni successive e parallele (Kina, Ishi, Environs, Il Lungo Addio), piccoli film sperimentali su Franti, Franti a Torino, Rock contro il nucleare, i detenuti politici nel quinto braccio del carcere Le Nuove e altre visioni di quegli anni, con quello spirito.

Il trailer del DVD
(Claudio Paletto, Mimmo Calopresti, West Front Video…)


Rassegna Stampa (in itinere)

Cani Bastardi
Carusopascoski
Carusopascoski bis
Distorsioni
Distorsioni bis
Impatto Sonoro
Radio 3

Rivista Anarchica
La Stampa
10 Radio (English)
AsapFanzine
Repubblica
Chome Temporary
Wrong
Bibliographie sur mouvements et théories
utopiques libertaires et autogestionnaires en Italie
Calogero Giordano
Psycanprog
Battiti, Radio 3 – Rai
Battiti, Radio 3 – Rai (bis)
Riserva Indipendente
Noisey
Rockerilla (Novembre)
Rumore (Aprile)
Inchiostri Ribelli
The New Noise
Rivistaunaspecie
The Towner
Fuoco Alle Polveri
Ondarock
Ribelli a Vita
404: file not found
Sky Arte

***

India – Complice il silenzio è la testimonianza di un’esperienza,come la chiamava Moravia, “l’esperienza dell’India”. Come ogni libro di poesia, ma qui più che nei miei volumi che lo hanno preceduto, questo libro è una testimonianza spirituale e così mi è caro introdurvelo brevemente. Quello che leggerete nelle pagine che seguono è un diario di viaggio in versi, un viaggio di cinque mesi che ho compiuto da solo e via terra nel 2013 attraverso Sri Lanka, India, Bhutan, Nepal, Tibet e Kashmir. Una proposta di incontro tra la letteratura di viaggio e la poesia, in cui i versi si offrono al servizio della geografia dell’India e dell’anima e viaggiano con me, attraverso me e attraverso il subcontinente indiano. Nicolas Bouvier ha scritto: “Se non si lascia al viaggio il diritto di distruggerci un po’ tanto vale restare a casa”. È così che questa esperienza ha profondamente rinnovato la mia persona e non secondariamente la mia poetica: il sottotitolo – Complice il silenzio – allude a una voce poetica fievole, dimessa e impermanente come l’India che osserva, immersa nel fascino eterno di culture abitate dal primordiale, cui ho posto il mio verso a cassa di consonanza di senso e, appunto, silenzio: ora un silenzio affine a ciò che San Giovanni della Croce descrive come “distacco interno da tutte le cose”, ora un risveglio “da questo sogno di separatezza” cui alludono le Upani ṣad. Al culmine della mia esperienza dell’India scrissi: “Mi sento a casa/ e mi sento appena/ trovo pace in quest’assenza”. Oggi spero invero che questa mia voce minore vi giunga, costituisca presenza, non di me stesso ma di un invito indefinito a voi rivolto, perché queste poesie hanno voluto essere così: hanno preferito servire di più che essere più belle, hanno preferito essere strumento più che agente. All’interno dell’opera alcune fotografie del viaggio concorrono nel restituire “un’idea dell’India”, insieme a citazioni di mistici e scrittori indiani e non sull’India e il tema del viaggio; chiude infine il volume una preziosa lettera di Giulia Niccolai sul libro e sull’esperienza dell’India e della poesia.

Rassegna Stampa (in itinere)

Cultura Commestibile
La Voce Di Pistoia
Report Cult
Alla volta di Leucade
Leggere Tutti
Versante Ripido
Asia Blog
Asia Blog (bis)
Voglio Vivere Così
Nuove Pagine
L ‘Estroverso
Libero Volo
No Borders Magazine
Poetarum Silva
La Bibliotea di Macabor
iThink Magazine
Alessandro Canzian
Samgha
Il Sasso Nello Stagno
Saltinaria
Viaggiare Da Soli
Cani Bastardi
Cani Bastardi (bis)
Lercio
L’Uomo Con La Valigia
L’Uomo Con La Valigia (bis)
Mete D’Italia E Del Mondo
Buongiorno Firenze
Il Chiasmo Dei Libri
5Avi
Erodoto108
Roberto R. Corsi
La Nazione
Poesia
Repubblica
La Mela
Linee Future
Literaly
AsapFanzine
Margutte
La Fenice Book
Frangoldsmith
Ramingo!
Ramingo (bis)
PostPopuli
Curly Hair Readers
La Fenice Book
MeMeCult
Libri di Cristallo
Il Tirreno
Indian Words – Leggere l’India
Perigeion
Una banda di cefali
India In Out
26 Lettere
PrimaPaginaOnline
Discover Pistoia
Nadir News
Critica Impura
Scritto.Io
Psycanprog
Il tempo rubato
Pantheon
L’Arena di Verona
La Recherche
La Recherche (bis)
On A Rainy Day
Blanc De Ta Nuque
Indika
Retroguardia 2.0
Bologna in Lettere
Senzaudio
Tragico Alverman
Aspettando il caffè
Paper Street
La Voce della Montagna
Riverso

***


“La rosa è senza perché; fiorisce poiché fiorisce,
a se stessa non bada, che tu la guardi non chiede”
Angelus Silesius

Ho parlato alle parole (Oèdipus 2014) è una raccolta poetica che che nasce da un verso di Vittorio Reta: “So che al mio silenzio non ho avuto risposta perché non miravo mai al centro”. Con copertina e grafica di edizione d’autore, a cura del pittore belga Pol Bonduelle, nel mio secondo libro in versi ho seguito il solco del dubbio messo in versi da Franco Loi, “se io parlo non so chi è il parlare”, inaugurando un dialogo irriflesso con quel fantasma che ci cammina accanto, la cronaca di un avvicinamento al silenzio e al canto dentro il silenzio.

 

 

 

 

Rassegna Stampa 

L’Estroverso
Gazzetta di Pistoia
Valdinievole Oggi
Cani Bastardi
Linee Future
Report Pistoia (reading 7/6/14)
…MO’ ME LO SEGNO!
Roberto R. Corsi
Scene Contemporanee
ChronicaLibri
Alla volta di Leucade

Margutte
Riverso
Mangialibri
La Presenza di Erato
Asia Blog
Nuove Pagine
Nuove Pagine (intervista)
Versante Ripido
I Think Magazine
Rivistaunaspecie (intervista)
Atunis (Albania)
Argo
RAI3

***

È un libro sublime, nel senso letterale del termine, di abissale profondità”
Roberto Carifi su “Poesia”, n.280

cop_i_giorni_del_vino_e_delle_rose1-00121“I giorni del vino e delle rose” (Fermenti, 2010) è la mia prima raccolta di poesie, che ho scritto dai 17 ai 23 anni. Con il quadro in copertina di Daniele Gaudiano, il testo è introdotto dalla prefazione di Girolamo De Simone, che potete leggere cliccando sul link sottostante insieme a recensioni, segnalazioni, interviste e video apparse su quotidiani riviste cartacee e website di poesia, letteratura e cultura .

 

 

 

 

 

Prefazione e rassegna stampa completa (recensioni, video e interviste)
http://www.fermenti-editrice.it/nuovi_fermenti_poesia_a_d.php#buonaguidi01

 

PARTECIPAZIONI

 

Questo lavoro antologico (venti autori) nasce dalla necessità di dare voce alla Firenze poetica di oggi, specchio di una realtà sociale e culturale sempre più cosmopolita. Caratteristica peculiare di questa raccolta, è infatti la forte presenza (non esclusiva), di poeti e poetesse legati/e alla città di Firenze (e dintorni) – per motivi di studio/lavoro, migrazione, residenza ed esistenza – ma nati/e in contesti diversi, da quello del capoluogo toscano. Le poesie (e i poeti) si incontrano – e spesso si mischiano – da un lato con la storia di Firenze stessa, dall’altro con le più interessanti voci del vivaio locale attuale, anch’esse presenti in questa selezione.Nella convinzione che un contesto come quello fiorentino, abbia oggi fortemente bisogno di aprirsi, tanto a poetiche locali non riconducibili al mainstream – più o meno controculturale – quanto ai fondamentali apporti che gli possono arrivare, dal potenziale umano “di acquisizione”. L’antologia è stata curata da Edoardo Olmi e Marco Incardona. Hanno contribuito al progetto le voci di: Hasan Atiya Al Nassar, Baret Magarian, Giovanni Abbate, Manuela Plana, Graziella Linardi, Marco Incardona, Jonathan Rizzo, Lorenzo Arcaleni, Blake Nikolson, Silvia Frison, Chiara Ciri, Luca Buonaguidi, Massimo De Micco, Edoardo Olmi.

 ***

Approdi (KonSequenz, 2015) è un’operazione culturale che ha coinvolto tredici compositori e numerosi altri artisti provenienti da segmenti eterogenei delle arti visive napoletane. I compositori ospiti del volume 1 sono, in ordine di comparizione: Carlo Vignaturo, Enzo Amato, Max Fuschetto, Girolamo De Simone, Giusto Pappacena, Piero Viti, Vito Ranucci, Gabriele Montagano, Patrizio Marrone, Enrico Iannaccone, Alessandro Petrosino, Carlo Mormile e Gaetano Panariello. Al disco hanno poi aderito il poeta Luca Buonaguidi, con una lirica per il compositore scomparso Luciano CIlio, al quale il cd è dedicato, e gli artisti Fabio Donato e Vincenzo Maiello. Si tratta, pertanto, di autori eterogenei, e che, tuttavia, riescono a fornire un’idea unitaria di quello che è il ricco panorama campano e partenopeo dell’offerta musicale compositiva. Ciò che ha reso possibile il progetto, che prevederà diversi altri cd nei prossimi anni, è l’idea della funzionalità della musica contemporanea, assecondando una semplice massima: “ad ogni istante della giornata, e a ciascuna esigenza di lavoro, svago, riposo, rilassamento, corrisponde una determinata musica” (da Masseria dei Suoni). 

Se vuoi sostenere il progetto acquistando copie: info@konsequenz.it

***

E io,
io allora, qui,
io cosa rimango a fare,
qui dove perfino Dio
se n’è andato di chiesa?

Giorgio Caproni, “Lasciando Loco”

La sagra è vicinaIl mio racconto breve “Venti” è compreso all’interno de “La sagra è vicina” (Beltempo, 2013), una raccolta dei quindici migliori racconti delle prime quattro edizioni del concorso Provincia Cronica, iniziativa promossa dal bel festival Balla coi Cinghiali, ora Fortissimo!, e dall’associazione AsapFanzine. Il libro è stato curato per Beltempo Edizioni da Alice Loda e Michela Scattolini, con la prefazione di Mario Pagano e le illustrazioni di copertina di Francesca Civili. L’opera è rilasciata secondo la licenza Creative Commons e può essere liberamente riprodotta, distribuita, comunicata al pubblico, esposta, recitata e modificata rispettando i criteri indicati in coda al volume.
In attesa della prossima pubblicazione cartacea del volume, potete scaricare gratuitamente la versione PDF ed ePub ai seguenti link, diretti o indiretti, e recarvi al festival:

Link da AsapFanzine – http://asapfanzine.blogspot.it/2013/10/e-uscita-lantologia-di-provincia.html

 

STUDI

 

POESIA ITALIANA CONTEMPORANEA (un punto di vista a cura di Stefano Guglielmin):
David Maria Turoldo (p.), Gianni Toti (), Giannino Di Lieto (), Camillo Pennati (), Augusto Blotto (), Nanni Balestrini (), Matteo Bonsante (), Luciano Troisio (), Anna Maria Carpi (), Adam Vaccaro (), Cristina Annino (), Cristina Bove (), Alessandro Ricci (), Annamaria Ferramosca (), Leopoldo Attolico (), Marisa Righetti (), Francesco Dalessandro (), Sergio Marinelli (), Fabia Ghenzovich (), Chandra Livia Candiani (), Gianmario Lucini (), Valeria Rossella (), Agostino Contò (), Laura Caccia (), Beppe Salvia (), Rosa Salvia (), Mario Benedetti (), Giorgio Bonacini (), Alessandro Fo (), Enrico Testa (), Paola Febbraro (), Daniela Raimondi (), Corrado Bagnoli (), Roberto Bertoldo (), Caterina Davinio (), Alessandro Ceni (), Gian Ruggero Manzoni (), Margherita Rimi (), Riccardo Martelli (), Ranieri Teti (), Gian Mario Villalta (), Fulvio Segato (), Villa Dominica Balbinot (), Lina Salvi (), Luisa Pianzola (), Raffaele Marone (), Stefania Bortoli (), Stefano Dal Bianco (), Alba Donati (), Mauro Caselli (), Nicola Ponzio (),Luigia Sorrentino (), Alessandro Assiri (), Loredana Semantica (), Roberto Ranieri (), Alessandra Paganardi (), Roberto Cogo (), Cristina Alziati (), Rita Pacilio (), Laura Liberale (), Beppe Ratti (), Marco Bellini (), Francesca Ruth Brandes (), Nadia Agustoni (), Paolo Pistoletti (), Raffaele Castelli Cornacchia (), Mia Lecomte (), Francesco Tomada (), Alessandro Polcrì (), Giovanni Borriero (), Nino Iacovella (), Giovanna Frene (), Marco Giovenale (), Silvia Comoglio (), Fernando Lena (), Maria Grazia Insinga (), Renata Morresi (), William Stabile (), Federico Scaramuccia (), Giuseppe Cornacchia (), Francesca Matteoni (), Daniele Poletti (), Annelisa Addolorato (), Cristiano Poletti (), Nader Ghazvinizadeh (), Alessandra Carnaroli (), Veronica Tinnirello (), Fabrizio Pittalis (), Mariasole Ariot (), Nicola Furri (), Gabriele Gabbia (), Franca Mancinelli (), Guido Cupani (), Laura Di Corcia (), Ambra Simeone (), Saverio Bafaro (), Luca Rizzatello (), Alessandra Cava (), Giulia Rusconi (), Andrea Lorenzoni (), Giusi Montali (), Francesco Terzago (), Francesco Maria Tipaldi (), Matteo Bianchi (), Roberta Sireno (), Bernardo Pacini (), Luca Buonaguidi (), Giuseppe Nibali ()