Archivi categoria: Zero

Dino Buzzati – Hieronymus Bosch, il maestro del Giudizio universale

Poiché mi ero sempre molto interessato del pittore Hieronymus Bosch, durante un viaggio in Olanda andai a visitare la sua città, cioè ‘s-Hertogenbosch, detta anche Bois-le-Duc, che noi chiamiamo Boscoducale. E qui l’albergatore, persona abbastanza colta, mi disse : ” … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Elias Nardi Group – Flowers Of Fragility (e un mio testo ospite dell’album)

Oggi è uscito il nuovo disco dell’Elias Nardi Group ed è bellissimo. Per quei bei giri che la vita a volte compie intorno a noi, ho avuto l’onore di scrivere un testo dentro il libretto del cd, un appendice di senso … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Giovanni Peli – Non abbiate solo vent’anni

“Accorgetevi, non abbiate solo vent’anni” da un verso di Mario Benedetti Giovanni Peli è principalmente un cantautore, un poeta e un amico. E tante altre cose insieme. Ci siamo scritti per anni e non ricordo neppure più da dove abbiamo … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 1 commento

Giovanni Papini – Chiudiamo le scuole!

Diffidiamo de’ casamenti di grande superficie, dove molti uomini si rinchiudono o vengono rinchiusi. Prigioni, Chiese, Ospedali, Parlamenti, Caserme, Manicomi, Scuole, Ministeri, Conventi. Codeste pubbliche architetture son di malaugurio: segni irrecusabili di malattie generali. Difesa contro il delitto – contro … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Bobo Rondelli – Compagni di sangue

Dietro Bobo mi nascondo, ma mi porto dentro Berto, zio di mio padre, fratello di mio nonno, del quale porto il nome che io, secondogenito, ho avuto per tradizione. Emiliano contadino, scapolo mezzo scemo del villaggio, uomo mite e buono, … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Francesca Matteoni – Prima che il tempo ritorni

Camminiamo in una bolla d’acqua. È così che non sentiamo la pelle, ma un cielo greve di toppe tra le mani strette sull’ombrello. Come possono i tuoi pensieri crescere nei miei, la vicinanza dentro la paura? Dimenticare è vivere, il … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Diego Bertelli – Ogni giorno è un giorno in meno, eppure un giorno in più

Mi sono vestito dell’ebrezza di parere altro comune spettatore o attore irripetibile lontano da me stesso; ma la distanza è stata solo un gioco dello specchio. Dire ed essere Rimbaud solo per un momento in faccia al mondo: non era … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Luigi Bontempi – La trilogia di “Radio Gnome Invisible” dei Gong

I RACCONTI DI CANTERBURY – Gnomi e banane musicali tra ’60 e ’70 di Luigi Bontempi è “un vero e proprio tuffo in quello spirito irrazionale, dada, romantico e coraggioso che almeno agli inizi accomunò Soft Machine, Gong, Kevin Ayers e … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 1 commento

Paola Silvia Dolci – Devo sempre essere altrove

i. Pallore gettato a distesa Il sole germinava il bambino che ero stato rimaneva ma ammutoliva l’azzurro sempre inedito del cielo ii. Voi, che non avete mai dormito su una nave, chiedetevi cosa fareste al mattino se aprendo la finestra … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Roberto Maggiani – Lo scienziato e il poeta

La poesia insegue il reale – traccia cerchi intorno alle cose – il suo laccio lo cattura: non v’è battito frenetico di ali né cinguettii di terrore ma un canto, come vi fosse un grande sole. *** Le scienze devono … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Lalli – “Preferisco il rumore del mare”, poesie inedite

“Il cigno è balzato nel cielo desolato; L’immagine può farmi infuriare, darmi una frenesia Di porre fine a tutto, di finirla con ciò che la mia vita Travagliata ha immaginato, perfino Con la pagina mezzo immaginata, mezzo scritta; Oh, ma … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 2 commenti

Harold Bloom – Riflessioni sul sentiero

Cavalcando tre giorni e tre notti egli arrivò sul posto, ma stabilì che il posto non poteva essere raggiunto. Si fermò dunque a pensarci su. Questo dev’essere il posto. Se ci sono arrivato, allora non conto niente. Oppure questo non … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Marta Lentati – Paesaje de Rostros. La vita nelle grotte di Granada

L’aspetto più deprimente dell’Università italiana è la degradazione della tesi finale a lasciapassare per la laurea. Una questione burocratica e non più morale, figurarsi se estetica. Non capita spesso quindi di conoscere qualcuno che abbia scritto una tesi di laurea degna di nota, … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Weltgenie (Alberto Signetto, 1988)

Weltgenie è un corto del 1988 di Alberto Signetto, girato al Lingotto pre-riconversione ed inspirato ad una poesia di Gottfried Benn, Turin, sulla follia che colse Nietzsche a Torino nel 1889, quando il 3 gennaio in piazza Carignano vide il cavallo adibito al traino … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Giulia Niccolai – Tre meditazioni

Meditazione 1 Talpa nella tana seme nella zucca isolarsi da ogni stimolo esterno lentamente acquietare il tirannico lampeggiare dei cinque sensi e con la morte fare conoscenza dolcemente. Certo, una morte solo simulata ma pur sempre una terra di nessuno … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento