Archivi categoria: Zero

“I came so far for beauty” – Omaggio a Leonard Cohen

“I came so far for beauty I left so much behind.” Le sue poesie lette furiosamente sui treni, notti intere a far fiorire il diluvio con le sue canzoni, amori nati e morti lungo l’eco delle sue strofe, quel concerto … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 1 commento

Quando Dario Fo organizzò un colpo di stato

Per ricordare Dario Fo, un breve estratto del sottoscritto da FRANTI. Perché era lì – antistorie da una band non classificata con il suo atto che preferisco, sufficiente per essere ricordato come un genio irregolare nel paese dei conformisti.   L’eco … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Valentino Zeichen – Sono un poeta d’occasione

Dalla viva voce di Dario Bellezza Zeichen ha da ridire su tutto, anche sulla mia casa, proprio lui! che vive in una baracca da abusivo, e non possiede nientedimeno che il suo squattrinato snobismo (…) Intanto va a girare la … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Claudio Paletto – Pendant Brumaire (un concerto degli Algiers)

Mescolate Nick Cave a Nina Simone, il gospel al post-punk poi aggiungete frasi campionate di Malcom X, una voce nera che più nera non si può, suoni distorti, testi radicali, mixerate il tutto ed otterrete un ufo di nome Algiers, … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 2 commenti

Linton Kwesi Johnson – Giù profondamente dove la collera cresce

Profonda nella profondità dell’angoscia E dove la ricerca deve tuffarsi, ardere. già dove… Il suono è l’eco del ventre della terra Giù profondamente dove la collera cresce Violentemente La voce dev’essere ardente, come il lampo Illuminando il cielo come la … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Alberto Dubito – Sono un cantanoie (e se muoio giovane, spero sia dal ridere)

“È essere all’inizio ma avere vent’anni essere alla fine ma avere vent’anni” Alberto Dubito era un poeta-rapper (Disturbati dalla CUiete) morto solo a 21 anni, nel 2012. Nelle sue parole c’è tutta l’urgenza della prossimità dell’abisso, urgenza che si fa … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 2 commenti

Julio Cortazar & Roberto Juarroz – Lettera sulla poesia verticale

Lettera a Roberto Juarroz, di Julio Cortazar (Carta carbone. Lettere ad amici scrittori. Vol. 1) Amico Juarroz, mi perdoni per aver tardato tanto a risponderle, ma non è molto che sono rientrato a Parigi, dopo alcuni mesi di lavoro a … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 1 commento

Nika Turbina – Sono pesi queste mie poesie

Non per voi è il tempo “Ho iniziato compenendo versi ad alta voce quando avevo tre anni. Picchiavo i pugni sul pianoforte e componevo. Le poesie venivano come qualcosa di incredibile, che ti raggiunge, poi ti lascia”. I testi qui … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Camillo Berneri – L’operaiolatria

“Camillo Berneri fu una delle più importanti energie intellettuali e militanti del movimento anarchico italiano. Fin dalla sua adesione è sempre stato nel contesto anarchico quello che si dice un “tipo strano”, un “sui generis”, come diceva lui. Il suo profilo intellettuale e … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Lorenzo Mei – “Suenos con serpientes”, storia breve di una canzone antifascista

Non è per via della gloria, che siamo andati in montagna, a far la guerra. Di guerra eravam stanchi, di patria anche. Avevamo bisogno di dire: lasciateci le mani libere, i piedi, gli occhi, le orecchie; lasciateci dormire nel fienile, … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Goliarda Sapienza – Ancestrale

Separare congiungere spargere all’aria racchiudere nel pugno trattenere fra le labbra il sapore dividere i secondi dai minuti discernere nel cadere della sera questa sera da ieri da domani. *** E’ compiuto. E’ concluso. E’ terminato. E’ consumato l’incendio. S’è … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

“Mi sono perso” – Il viaggio di Goethe in Italia

Goethe viaggiò in Italia per quasi due anni, tra il 1786 e il 1788. All’epoca viaggiare in Italia era considerata una esperienza di arricchimento impareggiabile, e sebbene gran parte della popolazione fosse del tutto stanziale lungo il corso della propria … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Chris Yan – Kinferoof (music for water and contact microphones)

Chris Yan è Christian Mastroianni, amico con cui ho collaborato e che sperimenta da anni in ambito ambient music ed elettronica sperimentale. Ho il piacere di presentare questo studio sull’acqua di Chris, Kinferoof (music for water and contact microphones), osservazione dinamica del … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Brian Eno – Tre testi tradotti (con canzone a fronte)

  Taking Tiger Mountain Salivamo e salivamo Che fatica salire Oltre le stelle per trovare la cima della Montagna della Tigre Forzavamo le linee verso la neve   Spider And I Il ragno e io seduti guardando il cielo Sopra … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Umberto Eco – Elogio di Franti (da “Diario Minimo”)

“Il libro Cuore è un turpe esempio di pedagogia piccolo borghese, classista, paternalistica e sadicamente umbertina non potevo dunque che identificare nell’opera un solo personaggio positivo, Franti, la cui grandezza morale e le cui ragioni sentimentali e sociali emergevano a … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento