carusopascoski

icchittussei?

Jaya Srila Gurudeva Bhagavan

Luca Buonaguidi, Ritratto su sottobicchere per birra, di Danièl Nicolàs Schiraldi

Luca Buonaguidi, Ritratto su sottobicchere per birra, di Danièl Nicolàs Schiraldi

carusopascoski è Luca Buonaguidi (Pistoia, 1987), scrittore in prima persona plurale. Ha pubblicato in poesia I giorni del vino e delle rose (2010, Fermenti), Ho parlato alle parole (2014, Oèdipus), INDIA – complice il silenzio (Italic Pequod), diario di un viaggio in solitaria e via terra di sei mesi tra Sri Lanka, India, Bhutan, Nepal e Tibet e compare nell’antologia a cura di Stefano Guglielmin Blanc de ta nuque – Volume II (2016, Dot.com Press) e in Affluenti. Nuova poesia fiorentina (2016, Ensemble) a cura di Edoardo Olmi e Marco Incardona. In prosa ha curato l’edizione di Franti. Perché era lì – Antistorie da una band non classificata (Nautilus Autoproduzioni), romanzo collettivo scritto insieme al collettivo Cani Bastardi intorno a Franti, una delle più influenti band italiane degli anni ’80 e un suo racconto compare nell’antologia a cura di AsapFanzine La sagra è vicina (2013, Beltempo). In musica ha partecipato al disco a cura di Girolamo De Simone Approdi. Avanguardie musicali a Napoli (KonSequenz, 2015), dedicato a Luciano Cilio con la collaborazione di tredici compositori (Max Fuschetto, Vito Ranucci, Enrico Iannacone…). Suoi testi o commenti ad essi si leggono su varie riviste, blog e radio di letteratura, viaggi e poesia (Poesia, Rumore, Battiti – Radio Rai…) e i suoi scritti sono stati tradotto in inglese (un racconto per Condo) e in tedesco (una poesia per l’International Rilke Society). Scrive/ha scritto reportage, opinioni e approfondimenti di cultura e società nelle sue varie forme per decine di riviste (Impatto Sonoro, CineFatti, Comunità Provvisorie, i.OVO, MeMeCult…). I suoi reading vengono ospitati in tutta Italia da librerie, club e festival nazionali, sono/sono stati sonorizzati da musicisti come Elias Nardi, Chris Yan, Davide Tosches, Marie e le Rose, Giovanni Peli, Trucupas, Jacopo Salvatori, Collective Nimel, Gianni De Angelis. È autore dello spettacolo INDIA – complice il silenzio, spettacolo multimediale tratto dal suo omonimo libro con la sonorizzazione di Chris Yan e la partecipazione di Miro Sassolini, Monica Matticoli, Lalli, Stefano Giaccone, Stefano Testa, Girolamo De Simone, Davide Tosches, Marco Bianchini, Marco Tangocci come voci recitanti. Scrive testi per la musica di Maisie, Elias Nardi Group (Elias Nardi, Daniele Di Bonaventura, Nazanin Piri, Carlo La Manna, Didier Francois), Vittorio Nistri, sKoM. In corso d’opera si segnalano in particolare un saggio di antropologia del linguaggio poetico dal titolo Poesia e Psiche – L’enigma, la storia e l’incontro del mondo poetico con la psicologia; il poema contro il poeticamente corretto Poeta perché tutti suonavano già la chitarra, con cui ridere di tutti quei passaggi editoriali e autoriali che hanno portato alla diffusione incontrollata dei libri di poesia; il diario di viaggio in versi Uno studio sul niente – viaggio in Giappone nel canone geopetico del precedente diario di viaggio in India; il saggio ibrido tra critica musicale e poesia Non dimenticare le canzoni che ti hanno salvato la vita con Salvatore Setola; il romanzo di deformazione Il piccolo Lebowski ed altre già non più eventuali ma necessariamente futuribili. Nel 2012 ha ideato e organizzato con la comunità di base delle Piagge a Firenze Altrofest, un festival gratuito di economia alternativa, cultura critica e convivialità di due giorni con ospiti come Franco Loi, Bobo Rondelli, Don Andrea Gallo, Maurizio Maggiani e altri. Nel 2016 ha ideato e organizzato Un tempo lento con il Lago Lo Specchio di Spedaletto Pistoiese, un festival di musica e racconti d’appennino con ospiti come Francesco Guccini, Azzurra D’Agostino Francesca Matteoni, Stefano Testa e altri. Laureato in Psicologia Clinica, già tutor per studenti disabili e operatore presso una comunità terapeutica, conduce seminari esperienziali sul carattere antropologico, espressivo e terapeutico della poesia e progetti di scrittura creativa con utenza caratterizzata da disabilità cognitiva e motoria. Raccoglie le sue scritture eterogenee sul suo blog anarco-autistico www.carusopascoski.com e vive oggi in un paese di una decina di anime sull’Appennino tosco-emiliano per riscoprire l’importanza di essere piccoli.

estremi per la denuncia

Per info, liste e tavoli, o per denunciarmi con l’appoggio del nostro bellissimo governo a causa del mio pericolosissimo blog (o per minacciarmi di percosse/querela, come peraltro già successo), o per donazioni milionarie, o infine per qualsiasi altro motivo potete scrivere a lucabuonaguidi@hotmail.it, cercarmi su FB attraverso il medesimo indirizzo di posta elettronica, seguire il blog su Facebook cliccando mi piace nel box a destra oppure passare direttamente in Piazza Sant’Ambrogio a Firenze dopo le 10 di sera facendovi spazio tra cani, uomini che stanno da cani e Rolando, o infine arrampicandovi fino al mio ritiro spiritual-edonistico sulla montagna pistoiese. Le vie di carusopascoski sono infinite, quelle di Luca Buonaguidi poche e confuse.

i’ blogghe…

Questo blog anarco-autistico è nato in una di quelle sere in cui vien da dire “Maaadonna che silenzio c’è stasera“, per scrivere quel che mi passa per la testa, parlare dell’ultimo film visto, della musica del cuore, d’un libro che m’ha schiaffeggiato in volto, dell’ultima passeggiata per Firenze o l’Appennino, nel mondo o nella mia testa, di cosa vedo dalla mia finestra, con pretesa assoluta di incompletezza, come fosse antani.
Perché nella vita le cose importanti sono tre: “o tu vai ni’ Perù o tu sposti la chiesa” o tu scrivi quel che ti passa pe’ la testa.

(se non siete ancora svenuti dal sonno resistendo pure a youporn per cinque lunghissimi minuti, potete offrirmi massaggi full-body, ingenti bonifici bancari o godere di un Nuti d’annata e senza cui questo blog non esisterebbe)

5 risposte a carusopascoski

  1. sporidium scrive:

    forza Lecce….nel vino e nelle rose!

  2. Giulia Berardi scrive:

    Un piacere scoprire questo luogo.Ti seguiro’ d’ora in poi:) probabilmente.giuliabì.

    • carusopascoski scrive:

      Ciao GiuliaBi! Scusa se sono sparito, l’India ti risucchia…grazie per esser compagna di strada in queste avventure di senso tra Don Chisciotte e Sancho Panza :-)

  3. Sono fiorentina e con un nome così come faccio a non avventurarmi in questo blog?
    Poi entro e ci trovo Mário de Sá-Carneiro, Cortázar e Brodskij…
    Va beh, allora resto :)

  4. Psychokiller scrive:

    Hai una presentazione troppo lunga per non essere un pezzo di merda…

Rispondi