Non dimenticare le canzoni che ti hanno salvato la vita – Un concerto di Steve Wynn

Steve Wynn, 13 aprile 2016, Circolo Progresso - Firenze

Steve Wynn, 13 aprile 2016, Circolo Progresso – Firenze

Arrivo al concerto di Steve Wynn in anticipo.
Lui è al banco dei cd, concede sorrisi e autografi a tutti. Sembra una persona normale, oltremodo gentile e affabile, ma non lo è. E’ un eroe folk, il leader dei Dream Syndicate e l’autore di “The Days Of Wine And Roses”, uno di quei dischi che mi hanno salvato la vita.
Prendo coraggio e vado da lui col suo ultimo disco in mano. Lo ringrazio per la sua musica, gli dico – letteralmente – che quel suo disco mi ha salvato la vita, che era un momento difficile, che se dovessi descrivere quegli anni con un disco non avrei dubbi, che il mio primo libro si chiama come quel disco.
Mentre mi firma il disco alza gli occhi incredulo, e con una tenerezza indicibile mi chiede se adesso le cose vanno meglio, se la sua musica mi ha aiutato. Rispondo di si, con entusiasmo, a entrambe le domande.
Inizia il concerto.
Steve è in forma strepitosa e su di giri.
Io godo, di brutto, e mi spello le mani.
Prima della sesta canzone si ferma, parla per la prima volta e dice che un ragazzo è andato da lui prima del concerto per ringraziarlo, dicendo che un suo disco gli ha salvato la vita. Dice che è incredibile sapere che la propria musica ha avuto un impatto così decisivo nella vita di un altro essere umano. E racconta che aveva venti anni quando la scrisse, e che anche per lui era un periodo difficile. Dice che in questi casi dire “grazie” è scontato ma stupido e il modo migliore per rendere omaggio al sentimento dell’altro è suonare quel disco, quelle canzoni speciali per lui e per noi. Inizia così “Tell Me When It’s Over”, la mia canzone preferita di quel disco incredibile.
Quel ragazzo sono io.
Chiudo gli occhi.
Dentro ho una bomba pari a tre volte l’atomica di Hiroshima pronta ad esplodermi nel cuore.
Ma si trasforma, diventa qualcos’altro, qualcosa di bello e infinitamente leggero. Per sempre.
Non dimenticare le canzoni che ti hanno salvato la vita.


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...