Rossella Renzi – Mentre dico piano la mia preghiera

Sorveglio da questo ramo troppo alto
che tutto proceda nel migliore dei modi
che non ci siano predatori in agguato
per il corpo, così lieve e ridente
che non si lasci prendere davvero
che la casa per voi sia calda e accogliente
che l’albero che mi ospita vi protegga per sempre
con la sua ombra, il suo silenzio verde.

***

Al gelso antico di San Giovanni

A te vengo come ad un tempio
come una vela bianca trasparente
con questa lingua che sia pulita
nelle mani porto latte e miele.

A te vengo come il vento alle spalle
accarezzo il tuo tronco ferito
mentre cade la prima pioggia
dico piano la mia preghiera.

***

Se ti prego ancora un minuto
in profondità nel centro del buio
mi giungerà in dono il tuo disegno
ne sentirò il colore, il tratto fermo
la sbavatura del contorno nero.
Allora, tu, sarai lo spazio bianco.

(Rossella Renzi, Il seme del giorno, L’arcolaio 2015)

Questa voce è stata pubblicata in Canzoniere. Contrassegna il permalink.

Rispondi