Carlo Carabba – Rectius Vivere

Dovrei sapere
che a un giorno meno lieto
ne succede uno lieto,
e viceversa. Ma oggi
l’ho scordato, e ieri
anche, credo. Ne parlano dottrine
morte, filosofi e poeti,
i cicli di stagioni e regni,
la curva dell’eterno
ritorno. Mostrati deciso
e forte nelle angustie, ammaina
la vela se c’è vento.
Come la mosca della frutta
annego quando piove
e i momenti di gioia li divoro.
Non è dolce pensare che la morte
muterà il cerchio in linea,
bloccando i movimenti
come il collasso d’un sistema in fuga.

(Canti dell’abbandono, Mondadori, 2011)

Questa voce è stata pubblicata in Zero. Contrassegna il permalink.

Rispondi