Herman Hesse – Di fronte all’Africa

Aver casa è bello,
dolce il sonno sotto il proprio tetto,
figli, giardino e cane. Ma ahimè,
appena ti sei riposato dall’ultimo viaggio
già con nuove lusinghe il mondo lontano t’insegue.
Meglio è patire di nostalgia di casa
e sotto l’alto cielo essere
col proprio struggimento, soldi.
Avere e riposare può soltanto
l’uomo dal cuore tranquillo,
mentre il viandante sopporta stenti e pene
con sempre delusa speranza.
Più facile invero è ogni tormento del viaggio,
più facile che trovar pace nella valle natia,
dove tra le gioie e le cure ben note
solo il saggio sa costruirsi la via.
Per me è meglio cercare e mai trovare
che legarmi stretto a quanto mi è vicino,
perché su questa terra, anche nel bene,
sarò sempre un ospite e mai un cittadino.

 

Questa voce è stata pubblicata in Canzoniere. Contrassegna il permalink.

Rispondi