“L’importanza di essere piccoli” IV edizione – Sostienila!

Oggi carusopascoski vi parla di una cosa bella, gratis, per tutti e dove meno te l’aspetteresti.
Chi mi conosce, anche solo per ciò di cui mi piace scrivere e quindi vivere, sa della mia attenzione per le iniziative culturali più genuine, della piccola esperienza con Altrofest e infine che da diversi mesi ormai mi sono spostato sull’Appennino tosco-emiliano. Sono posti meravigliosi ecc, ma sono anche e soprattutto posti vivissimi e vivibili, oltre che vissuti. Per i motivi precedenti vi parlo dunque di un piccolo grande sogno che da diversi anni nobilita l’Appennino intero, ossia il festival di poesia e musica L’importanza di essere piccoli, che quest’anno chiede il vostro aiuto. Io contribuirò perché mi affascina l’idea che la poesia possa trovare casa per qualche giorno nei luoghi dove l’uomo e la natura ancora riescono a vivere con sincronie impensate dalla città distante, mi affascina chi pensa che attraverso la poesia si possano aiutare luoghi e persone a respirare, mi affascina chi alla poesia offre una casa ovunque essa sia. Per questo e per ciò che potrete leggere di seguito, vi invito a contribuire a un piccolo sogno che merita di continuare a vivere, come si evince dal comunicato ripreso da IndieGoGo circa la natura di questo appello.
E, chevvelodicoafare, ci si vede lassù tra il 5 e il 9 agosto, anche grazie a voi se vorrete.

Perchè?

Il festival “L’importanza di essere piccoli” è alla sua IV edizione, se tutto va bene si terrà dal 5 al 9 agosto. Da alcuni anni portiamo sui crinali degli Appennini, in piccoli borghi semiabbandonati e in luoghi suggestivi, spesso difficili da trovare,  alcuni tra i poeti e i cantautori più interessanti d’Italia.

 

Tra castagneti secolari, nelle radure, in mezzo a campi di grano, nei boschi…, sono stati con noi musicisti come Paolo Benvegnù, Bobo Rondelli, Umberto Maria Giardini, i Perturbazione, Virgiania Miller e poeti quali Milo De Angelis, Franco Loi, Giuliano Scabia, Antonella Anedda e Vivian Lamarque. A volte hanno duettato, a volte non si conoscevano, altre volte è scattata una scintilla.
Tutti i reading e i live non solo sono gratuiti, inoltre al pubblico e agli ospiti è offerto  un piccolo benvenuto preparato dagli abitanti delle frazioni. L’idea è quella di condividere un momento di festa.

Il festival è fatto con grandi sforzi e poche risorse.

  • Perché allora continuiamo a fare una cosa che non porta soldi ma anzi ci porta via tanto tempo e energie?
  • Perché continuare?
  •  Perché chiedere ad amici, parenti, fidanzati, fidanzate di aiutarci?

Noi lo facciamo perché ci crediamo e il vostro aiuto per noi sarebbe importante anche solo per rassicurarci, per farci capire che è un bene andare avanti.

Abbiamo allora pensato di aprire una campagna fondi che possa contribuire a coprire almeno alcune delle spese, quelle a cui magari non si pensa ma che pure sono fondamentali, che contribuiscono a rendere il festival  curato e accessibile.
Ci puoi aiutare dando quello che puoi, un euro vale come il grido dei tifosi in mezzo alla folla, un avanti! che ci aiuta ad andare avanti. Noi in cambio abbiamo alcuni doni  creati apposta per l’occasione, oggetti fatti con dedizione e altrimenti introvabili.

Cosa ci serve

Di tutto! Ma partiamo da una cifra piccola, utile a coprire una serie di spese vive a corollario della buona riuscita del tutto. Dalle spese per i sopralluoghi, a garantire il vitto agli ospiti, all’ospitalità di collaboratori fondamentali, ai materiali cartacei a molto altro…
Qualunque aiuto è prezioso, per questo abbiamo messo una soglia e richiesto di procedere anche se non la raggiungeremo ma ottenendo solo ciò che verrà donato: se poi arriveremo al goal di 1500 euro saremo felicissimi! Altrimenti, quello che riusciremo a raggiungere insieme sarà comunque prezioso.
Abbiamo pensato a una serie di piccoli ‘grazie’ sia virtuali che non, per dimostrare la nostra gioia nel costruire insieme un piccolo grande progetto. Dalle stampe d’arte fatte a mano alle magliette, dai vostri nomi ringraziati ovunque a soggiorni in Appennino: sotto la lista dei molti modi di fare insieme questo Festival.

PER CONTRIBUIRE

 http://www.indiegogo.com/l-importanza-di-essere-piccoli

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Letteratura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...