Luigi Fallacara – Tempo fermo

Sentirai dentro te fermarsi il tempo,
come lo sentono i fiori nei petali,
il cui crescere in curve di conchiglia
a nessun altro crescere somiglia.

Gli anni del tuo passato, le vertigini
saranno senza forza, solo origini;
i gridi disperati e le stagioni
saranno pietra, immota dimensione.

Essere solo un orlo da cui sempre
comincia ogni altra forza che consuma;
senza più adesso, senza più ancora,
esser solo del tempo una dimora.

Questa voce è stata pubblicata in Canzoniere. Contrassegna il permalink.

Rispondi