Dario Marsic – Se la vita reale funzionasse come facebook

Pensavo a come sarebbe se per qualche giorno la vita reale funzionasse come facebook.
Per esempio tu sei al bar a chiacchierare con un amico e intanto la gente si ferma, ascolta due parole e si intromette nella discussione. Uno dice che è d’accordo e se ne va, un altro ti fruga nel portafoglio e si guarda le foto prendendosi le più belle, intanto passa la tua ragazza, si ferma e si crea un capannello di gente che fa commenti sul suo culo. La discussione, nel frattempo, continua; c’è uno che butta l’orecchio e spia ma senza intervenire, qualcun altro scherza e fa le facce, si fermano persone a invitarti a feste in posti lontanissimi e se non dici che ci vai si incazzano, uno si mette a cantare una canzone e riceve dei commenti positivi, poi arriva uno dei 5 stelle a darti un volantino anche se non è periodo elettorale, e mentre te lo da urla.
Oppure sei a casa che senti un disco circondato da gatti e arriva uno che ti bussa alla porta per sentirlo con te; lo fai entrare scusandoti per i gatti, anche se non lo conosci, e quando è dentro toglie il disco tuo e ne mette uno suo. Nel frattempo gli chiedi se ha fame e gli offri la foto di un biscotto. A questo punto bussano di nuovo: è il grillino che vuole darti un altro volantino. Urlando.
In entrambi i casi c’è uno che parla con qualcuno che tu non puoi vedere perché ci hai litigato la volta precedente e entrambi gli scenari si concludono a botte e parolacce.

Questa voce è stata pubblicata in Agorà. Contrassegna il permalink.

Rispondi