M’IMPORTA ‘NA SEGA

carusopascoski, con le groupie qui riunite per l’occasione, è lieto di presentare la sua prima rubrica settimanale a carattere musicale, M’IMPORTA ‘NA SEGA, che cerca così di anticipare la reazione del lettore e vado a descrivere con eleganza preraffaellita, come testimonia anche il logo di chiara derivazione shakespiriana gentilmente offerto da quei bei tizi tardo-asburgici di Impatto Sonoro, che la pubblicheranno ogni giovedì a partire da oggi.


È giovedì ma io no. L’unica rubrica derubricata in partenza nasce in un giorno di neve fitta sull’appennino e di pioggia stronza dentro casa mia. Per interrompere il conato di bestemmie in corso ho pensato di aver bisogno di fare una cosa bella e inutile. Come questa, ossia raccontare attraverso particolari storie (quanto più possibile non troppo note) di musicisti, dischi, canzoni e concerti, prestando ad essi ulteriori spunti a tema, equivoci maldestri e ricami personali con pretesa assoluta di incompletezza e strettamente ove impossibile e fuorviante, come fosse antani.

Naturalmente, si comincia con un concerto dei Suicide degenerato in una rissa atroce, che potete leggere qui (http://www.impattosonoro.it/2014/02/06/speciali/mimporta-na-sega-1-suicide-23-minutes-over-bruxelles/). Per le prossime puntate, ci si vede ogni giovedì su Impatto Sonoro, ammesso (appunto) che ve ne importi una benemerita sega.

Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi