Cosa piove dal cielo? (Sebastián Borensztein, 2011)

“Questa storia è basata su fatti reali”. Avete mai visto piovere mucche dal cielo?
Basta accostare queste due brevissime frasi per sintetizzare efficacemente il grottesco elevato ad arte dell’incontro di questa preziosa pellicola sul senso della vita (ma quale non lo è, poi?). Ma c’è di più e con straordinaria leggerezza nel terzo film del regista argentino Sebastián Borensztein, in trionfo al sesto Festival di Roma. Il titolo originale di Cosa piove dal cielo?, Un cuento chino (“un racconto cinese”) “richiama una espressione utilizzata nei paesi ispanici per indicare un racconto o un fatto bizzarro, senza senso, difficile da credere” (fonte: Wikipedia) e ben rappresenta gli improbabili sviluppi di una questione privata però provata dai flussi migratori del terzo millennio, che “recapitano” accidentalmente Jun, sventurato ragazzo cinese emigrato per raggiungere i parenti in Argentina con in dote l’indirizzo scritto sul braccio e una storia tragicamente assurda, a Roberto, moderno Scrooge dickensiano titolare di un piccolo negozio di ferramenta alla periferia di Buenos Aires, ormai docilmente arreso a una vita riempita da un’unica grande passione: collezionare ritagli di giornale provenienti da tutto al mondo che contengano storie inverosimili ed eppure realmente accadute.
Giostrate dal carattere umoristicamente grottesco, in Cosa piove dal cielo? si portano avanti parallelamente narrazioni paradossali e personaggi solidissimi, in un dramma talmente alleggerito dal gusto per la boutade e dall’attenzione per i sentimenti più genuini del genere umano da diventare una squisita commedia sul senso della vita. Impreziosita dalla recitazione teatrale del protagonista Ricardo Darín (Il segreto dei suoi occhi) e con una tematica approssimabile a una tra le più care del maestro Buñuel, l’ospite, l’altro, lo straniero (basti pensare a L’angelo sterminatore), la pellicola è una storia fatta di gesti, emozioni e difese comuni, ed uno dei suoi maggiori pregi risiede nella potenzialità di testimoniarci tutti nonostante l’improbabile vicenda fatta di “pochi ingredienti sapientemente mescolati fino a lievitazione naturale”.

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://cinefatti.it/cosa-piove-dal-cielo

Questa voce è stata pubblicata in Cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi