Chameleons – Exenzia, Prato, 14/12/13

Foto a cura di Andrea Baccetti e Sandro Rosi (Light Motion) Link : http://www.facebook.com/lightmotionpage

Foto a cura di Andrea Baccetti e Sandro Rosi (Light Motion) Link : http://www.facebook.com/lightmotionpage

L’Exenzia Rock-Club, locale dalle atmosfere goth-metal in cui si tiene il concerto, si incunea tra i fabbricati industriali della periferia pratese, soffiando a pieni polmoni l’anima depressa della Toscana suburbana nell’atmosfera della serata, habitat naturale se ce n’è uno dei nativi di una delle capitali di tale spirito nel globo, quella Manchester che da avamposto industriale ispirò le litanie post-punk dei Joy Division e di altri gruppi leggendari come Buzzcocks, Fall, Smiths ed altri, segnando un’epoca e anticipando i plumbei umori dei decenni a venire. (…) Finisce con i Chameleons e compagni che dopo un concerto pazzesco raggiungono a tentoni un malconcio furgoncino che avrà almeno quanto “Script Of The Bridge”, offrendo al pubblico lo sfizioso piatto della casa: pane e birra, condito da sproloqui scherzosi o incomprensibili. Tra una canzone e l’altra Mark Burgess ha ricordato che “This music was made in Manchester, England”; anche il buffet a quanto pare, mentre il loro furgoncino si allontana lasciando nell’aria la plumbea nube della marmitta recalcitrante, quella magia che solo le grandissime band possono osare e la limpida sensazione di aver sfogliato di persona una pagina significativa dell’enciclopedia del rock.

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://www.impattosonoro.it/reportage/chameleons


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...