Daughn Gibson – Me Moan

Daughn-Gibson-Me-MoanCamionista, commesso in un sexy shop, batterista per i Pearls & Brass, rivelazione del 2012 con l’intrigante e carismatico “All Hell”. Josh Martin, in arte Daughn Gibson e altrimenti detto “Gothic Cowboy”, azzeccatissimo soprannome che il Guardian gli ha affibbiato, non smette di stupire, sviluppando in “Me Moan” atmosfere musicali ovattate, robotiche e sempre più adatte a esaltare il potente, affascinante e tenebroso canto baritonale fatto in casa, che si assesta ancora come valore aggiunto. Le nuove confessioni americane di Gibson non rinunciano a un singolo spigolo di lascivia ma sono ora immerse in una cornice più accessibile. La volontà di conquistare l’ascolto con ogni vessazione creativa ha lasciato spazio a una più morbida mediazione tra una robusta elettronica, congeniali ingressi in stanze pop e l’affidabile bastone country. Ma l’aria che si respira resta decisamente cupa, irrimediabilmente gotica, come la conturbante immagine di copertina fa intendere.

Continua a leggere qui:  http://www.impattosonoro.it/2013/09/03/recensioni/daugh-gibson-me-moan/

Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi