Eutanasia a targhe alterne

“No a ogni accanimento terapeutico”, ecco la libera scelta del cardinale Martini, entrato nella fase terminale della malattia, che la gerarchia a cui appartiene vorrebbe negare ad ogni essere umano. Quando riguarda un cardinale si chiama “rifiuto dell’accanimento terapeutico”, quando invece e’ un normale cittadino allora la chiamano “eutanasia”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Lapidario. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Eutanasia a targhe alterne

  1. Mary ha detto:

    Caro Sig. Caruso, prima di mettere in piazza le sue “certezze” si faccia spiegare bene che cosa significhi “accanimento terapeutico”.
    A mio parere, significa rifiuto della morte naturale inevitabile adottando terapie inutilmente gravose. Rifiutare queste equivale soltanto accettare la propria fine come ogni essere mortale.
    Eutanasia invece è procurare la morte, direttamente o indirettamente, a chi non è in pericolo di vita, anche se gravemente infermo e consenziente.
    I preti non c’entrano se non come portatori di buon senso e onestà mentale.
    Se ne faccia una ragione.

    Mi piace

    • carusopascoski ha detto:

      Cara Mary, conosco la differenza residuale tra i due termini, sostanzialmente sovrapponibili per quanto concerne la libertà di determinare in piena autonomia il corso della propria vita. Le pogno delle questioni, e chissà che non le inducano una riflessione a mio parere necessaria, perchè manchevole, a quanto emerge dal suo commento almeno:

      1) Non le pare che l’utilizzo dei dei due termini sia, più che legata alle cause strettamente mediche, legata a quelle del cognome del soggetto che si trova in uno stadio comunque terminale?

      2) Non le pare eccessivo che se da una parte la Chiesa tolleri i comportamenti tenuti dai suoi membri più in vista dall’altra neghi i funerali religiosi a chi ha manifestato il semplice diritto a scegliere il meglio per sè e gli altri, solo perchè laico cittadino semplice, senza protezioni e protettorati?

      3) Non le pare che sia da condannare un’ipocrisia untuosa di fondo che è connaturata alla Chiesa di Roma in ogni tema etico e di pubblico interesse, ipocrisia peraltro fastidiosamente ingerente nelle scelte private di persone che ne rifiutano l’autorità con rispetto, nel pieno del loro diritto?

      Saluti,
      LB

      Mi piace

    • Silvio ha detto:

      Cara Signora,

      quando la Englaro morì, in Parlamento (in Parlamento!) gridarono all’assassinio.
      Cosa da denuncia penale.
      Franco Ferrara raccoglieva simbolicamente bottiglie d’acqua, Berlusconi diceva che la Englaro avrebbe ancora potuto concepire.
      Il padre, che voleva solo fare una battaglia di libertà e di principio non accettando di staccare la spina di nascosto come normalmente si fa, venne pubblicamente demonizzato.
      Welby, che aveva chiesto di spegnere il polmone d’acciaio e di lasciar dunque – perché di QUESTO si trattava – che la natura facesse il suo corso naturale, fece scandalo. Anche lui rifiutò un accanimento terapeutico, o no? Tenere in vita artificialmente la Englaro non era forse accanimento terapeutico?
      Forse è Lei che dovrebbe riflettere su quel che dice.
      La vicenda di Padre Martini (che, pur da laico ho sempre stimato) mette in luce esattamente questo: il RIFIUTO dell’accanento terapeutico viene strabicamente definito in due modi diversi a seconda dei casi: eutanasia oppure lasciare che la natura faccia il suo corso.
      Per cui, gentile signora, la Sua precisazione è indiscutibilmente e assolutamente corretta, come sa chiunque possegga un dizionario e sappia usarlo, ma assolutamente superflua perché indirizzata alla persona sbagliata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...