Roberta D’Intinosante – Pericle e la cultura nella polis greca

Cose d’altri tempi: attribuita a Pericle, l’introduzione del “theorikòn” un sussidio di due oboli (paga giornaliera di un lavoratore) affinché fosse garantita anche agli indigenti la possibilità di assistere agli spettacoli teatrali. Mi spiego meglio, lo stato ateniese si assicurava: a) che gli ateniesi, tutti, andassero a teatro e 2) che chi faceva teatro fosse pagato. Capito?

Questa voce è stata pubblicata in Agorà. Contrassegna il permalink.

Rispondi