Sufjan Stevens – The Predatory Wasp Of The Palisades Is Out To Get Us!

Sufjan Stevens è il miglior cantautore vivente under 40.
Un talento che fa provincia (americana), una maturità espressiva rara, costruita lungo 10 dischi uno più bello dell’altro e una libertà compositiva spettacolare. Suona e scrive quello che gli pare, e si sente. Non si limita come altri (pochi) grandi contemporanei di giovane età al mero recupero folk/blues, ma contamina e si fa contaminare, gioca e sa giocare con la musica, con il coraggio e la bravura di esser originale senza voler lo essere e senza voler rivoluzionare un bel niente, che poi  a mettersi in testa di fare rivoluzioni in questo o quel campo si finisce sempre per copiare rivoluzioni altrui senza avere il coraggio non tanto di essere la rivoluzione, quanto di far qualcosa di diverso, magari con una pur minima coscienza storica che non farebbe male se non si è baciati da Dio con talenti eccezionali come accade sempre escluso pochi casi. Sufjan Stevens oggi è una eccezione a questa regola divina nonchè nel panorama folk.
Come i cantautori di una volta infine, quelli che oggi o non ci sono più o sono decisamente over 40, fa un disco all’anno e non uno ogni quattro cinque, perchè asseconda i tempi del fuoco artistico e non del marketing.

Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi