Archiloco – Tali sono gli uomini che l’onda del mare sonante

Così Archiloco, “il primo grande lirico greco” secondo Nietzsche, scrisse nel VII secolo a.C.. Ci pensa la storia, 2600 e più anni dopo, a dargli di nuovo ragione. Grande è la lotta del popolo greco, oggi, in Piazza Syntagma, davanti al fascismo finanziario che sta affamando milioni di persone.

Nessuno dei cittadini, Pericle, biasimando
i lutti dolorosi, gioirà con banchetti, e neppure la città.
Tali sono gli uomini che l’onda del mare sonante
sommerse; e gonfio di pianto è il cuore
per la pena. Ma ai mali irrimediabili gli dèi,
o amico, diedero la virile sopportazione
come rimedio: ora uno, ora un altro ha questa sorte;
su di noi adesso si è volta, e piangiamo la ferita che sanguina.
Poi, di nuovo, toccherà ad altri.

Questa voce è stata pubblicata in Canzoniere. Contrassegna il permalink.

Rispondi