La crisi degli antibiotici

Pasolini parlava della generazione del ’68 come “generazione eccedente, un sopravanzo dovuto alla scoperta degli antibiotici, non provata da alcuna selezione e infoltita dall’eccesso di nozze del dopoguerra”, come riporta Erri De Luca. Noi siamo invece i sopravanzi del neoliberismo, nient’altro che avanzi sociali necessari ai ritmi di produzione delle multinazionali, provati dalla noia dello spettatore e sfoltiti dall’individualismo.

Questa voce è stata pubblicata in Lapidario. Contrassegna il permalink.

Rispondi