Divorzio all’italiana (Pietro Germi, 1961)

Uno dei migliori momenti di quella commedia all’italiana che sapeva far ridere e raccontare gli italiani, stuprata oggi da nuovi presunti autori, a cui fanno seguito nuovi presunti spettatori di pari qualità intellettuali e spirituali, perchè un prodotto culturale non può mai superare le capacità di comprensione del proprio target di riferimento. Gli incassi confermano l’esattezza di questa nefasta intuizione dell’industria cinematografica, che ha trasformato il cinema italiano da cantiere di nuove epiche a mero strumento d’intrattenimento.

Questa voce è stata pubblicata in Cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi