Archivi del mese: gennaio 2012

Jalāl al-Dīn Rūmī – Il vero pellegrinaggio

Jalāl al-Dīn Rūmī, fu poeta, giurista, teologo e mistico nato nel 1207 D.C. e fondatore della confraternita sufi dei “dervisci rotanti”, è considerato oggi come una delle figure più rilevanti della letteratura persiana nonchè autore di numerosi testi, di cui uno … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Identità Provvisorie

Un dialogo naturale con Mauro Orlando su “la solitudine” di Giovanni Papini e dell’essere umano – in seguito alla mia pubblicazione su Comunità Provvisorie dell’estratto di “Un uomo finito”, libro del 1913 che a distanza di un secolo è ancora … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Franco Arminio – Conza della Campania, 8 ottobre 2000

“Ci sono giorni in cui si muore in molti”, inizia così questa meravigliosa poesia che canta la morte con dolente delicatezza. La morte che trovarono gli abitanti di Conza della Campania, durante il Terremoto dell’Irpinia del 1980, in tutto 2914 … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

La Toscana e “Il ritorno alla terra” di Giovanni Papini

Giovanni Papini tra la sua Toscana e la Toscanità, che lo salvarono nel momento di massima solitudine privata, ne “Il ritorno alla terra”, capitolo estratto da “Un uomo finito”. Opera autobiografica scritta dall’autore all’età di 30 anni, nel 1913, in … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Comunità Provvisorie, il blog della Paesologia

“Comunità Provvisorie è un blog paesologico, quindi un luogo innanzitutto di scrittura, ma è anche il luogo delle sentinelle che agiscono a tutela dei paesi e delle montagne, perché l’Italia è una terra di paesi e di montagne, perché non … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Stanno uccidendo Firenze

Firenze, 19/01/12. Il sindaco più amato d’Italia, con le sue squadre dell’amore ha ordinato uno sgombero all’alba allo stabile di de’ Conciatori, un luogo dove da 31 anni si faceva cultura e si offriva uno spazio di aggregazione, in una … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | 4 commenti

Kriton Athanasulis – Piccola epopea

Avrei tanto desiderato nascere e conoscere il mondo. Non ebbi modo di fare ciò. Avevo l’innocenza del primo istante, del nulla, e dove vedevo gli altri uomini correvo pregandoli di farmi nascere. . . . . . . . . … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

James Blake – The Wilhelm Scream

Un miracolo spirituale in un’era così appiattita sulla carnalità, una preghiera a cose più alte di me. Una canzone che potremmo esser orgogliosi di dire ai nostri nipotini d’esser roba di quando s’aveva noi vent’anni, e non sempre i vent’anni … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Arab Strap – Philophobia

Ogni volta che ascolto “Philophobia” penso a quel racconto di Raymond Carver. Quel racconto in cui lui e lei si sono lasciati. “Attento”, si chiama. Lui è Lloyd, lei è Inez. Inez un giorno va a trovare Lloyd. Lloyd, quel … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Robert Crumb – A short history of America

Robert Dennis Crumb è un fumettita statunitense col vizio della musica jazz, un artista cresciuto in seno al movimento underground anni ’60 ’70 di San Francisco, al quale ha contribuito con numerose partecipazioni, che gli valsero l’arresto per oscenità nel … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Antonella Anedda – Notte di pace occidentale

Anche questi sono versi di guerra Composti mentre infuria, non lontano, non vicino Seduti di sghembo a un tavolo rischiarato da lumi Mentre cingono le porte di palme Anche questo è un canto verso Dio Che chini lo sguardo sui … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Giorgio Gaber – La presa del potere

“Ora si possono vedere sono una razza superiore sono bellissimi e hitleriani. Chi sono? Chi sono? Sono i tecnocrati italiani Eins zwei, eins zwei, alles kaputt! E l’Italia giocava alle carte e parlava di calcio nei bar…” 1973 —> 2012

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Discreet Music – Appunti sul silenzio

“Un giorno, nel gennaio 1975, ebbi un incidente. Fui costretto a letto per un po’ senza potermi muovere. Venne a visitarmi un’amica che mi portò in dono un disco con musica d’arpa del XVIII secolo. Dopo che se ne andò, … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Izet Sarajlić – Ultimo tango a Sarajevo

Il novantaquattro, 8 marzo. La Sarajevo degli amanti non si arrende. Sul tavolo l’invito per il matinée di danza allo Sloga. Naturalmente ci andiamo! I miei pantaloni sono un po’ logori, e la tua gonna non è proprio da Via … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento

Pier Paolo Pasolini – L’ansia del consumo

“L’ansia del consumo è un’ansia di obbedienza a un ordine non pronunciato. Ognuno in Italia sente l’ansia, degradante, di essere uguale agli altri nel consumare, nell’essere felice, nell’essere libero: perché questo è l’ordine che egli ha inconsciamente ricevuto, e a … Continua a leggere

Pubblicato in Zero | Lascia un commento