Cattedrale (Leandro Picarella, 2011)

“Cattedrale”, un corto di Leandro Picarella, liberamente ispirato all’omonimo racconto di quel maestro del minimalismo narrativo che è Raymond Carver, con una meravigliosa colonna sonora e un finale che conserva intatta la sua magia, “dove l’acqua con l’altra acqua si confonde”.
Chi ama, o solo conosce la prosa di Carver può certo ben immaginare la difficoltà di tradurlo in pellicola con tempi cinematografici plausibili, per la lentezza e la significatività di ogni gesto compiuto e mancato, quando non solo accennato. In questo caso, in 13 minuti la poetica di Carver emerge in tutta la sua intensità, mostrandoci la distanza  tra le persone connaturata alla società odierna e allo stesso tempo quel piccolo miracolo che a volta accade tra esse, svelando la portata emotiva dei non detti senza semplificare i misteri del cuore, ma abbandonandovisi, ad occhi chiusi.

Questa voce è stata pubblicata in Cinema. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cattedrale (Leandro Picarella, 2011)

  1. Pingback: Gyruss – A ciascuno il proprio Bach | c a r u s o p a s c o s k i

Rispondi