L’apologia del fascismo è un reato

Casa Pound, la feccia che risale il pozzo, il buco di culo di ogni civiltà, da cui escono teorici semianalfabeti, ultras addomesticati e avanzi di galera con la propettiva di nuocere insieme, e non più da soli.

Questa voce è stata pubblicata in Lapidario. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’apologia del fascismo è un reato

  1. Sergio scrive:

    Si e’ fatto e si fa finta di non vedere e sentire ciò che viene detto e fatto in situazioni come quelle di casa pound ma e’ un errore gravissimo! Se invece di voler a tutti i costi farci bere e mangiare cio’ che il potere vuole che mangiamo e beviamo,ed invece di preoccuparsi anche di coloro che bevono si CocaCola e mangiano kinderini, ma che allo stesso tempo cadono in mano di”maniaci” politici e subiscono lavaggi di cervello,tante cazzata e tante bestialità forse e dico forse non succederebbero!

  2. carusopascoski scrive:

    C’era da aspettarselo, si, si guarda il dito e non la luna, anzi, la fossa. Tutto il centro destra è stato a favore di questi centri d’aggregazione, che io chiamerei centri di smaltimento rifiuti, negli ultimi 17 anni, E le amministrazioni sinistroide non sono mai state capaci di opporsi ad essi, perchè legate a doppio filo con la controparte ed insieme uniti nel preparare la strada a nuovi e vecchi totalitarismi, guardando solo al proprio interesse.

Rispondi