Nichi Vendola e l’Italia commissariata

Non mi piacciono i partiti, credo che la democrazia sia partecipazione e non delega, eppure oggi Nichi Vendola ha detto qualcosa di sacrosanto, eppure così silente, in questi giorni:

“Io non accetto di farmi militarizzare dalle grandi banche internazionali che hanno provocato apposta la speculazione sull’Italia proprio per riuscire a dirigere il nostro Paese da fuori. Se Monti e il Pd dovessero accettare questo schema allora sarebbe non solo la sconfitta della sinistra ma di tutta l’Italia. Io non intendo farmi eterodirigere da organismi economico-finanziari non eletti da nessuno: la Bce, il Fondo monetario, la stessa Commissione Ue non sono eletti dal popolo. In Italia, possiamo discutere come risanare i nostri conti o dobbiamo solo ubbidire come soldatini? Se Monti intende essere il volto perbene di chi opera la macelleria sociale, allora neanche comincio a discutere”

Questa voce è stata pubblicata in Agorà. Contrassegna il permalink.

Rispondi